It was one of those March days when the sun shines hot and the wind blows cold: when it is summer in the light, and winter in the shade.
- Charles Dickens, Great Expectations (via roomtemperaturedlovers)
Ci sono persone troppo fragili, ed è proprio questa la loro debolezza, ma anche la loro bellezza: un’immensa fragilità, quasi fossero fatti di cristallo, così trasparenti e luminosi, ma difficili da maneggiare, anche per gli altri. Non resistono agli urti della vita, agli ostacoli, agli ammaccamenti, alle cadute.
- Ferzan Ozpetek (via sonoquellachesono)
Quella che lei crede sia una gobba è la custodia delle mie ali.
- Giacomo Leopardi (via genesisofsupernova)
Tutto accogli e scruti
e respingi da te
come il mare. Nel cuore
hai silenzio, hai parole
inghiottite. Sei buia.
Per te l’alba è silenzio.
- Cesare Pavese - Hai viso di pietra scolpita (via vuotiemozionali)
πατάτα: sognare il volto del tuo amato mentre dice che ti ama
Sono forte e non mi serve niente. Mi ripeto sempre che sono forte, sono quasi invulnerabile e non mi manca niente. Solo a volte tu.

VERRA’ LA MORTE E AVRA’ I TUOI OCCHI

Verrà la morte e avrà i tuoi occhi
questa morte che ci accompagna
dal mattino alla sera, insonne,
sorda, come un vecchio rimorso
o un vizio assurdo. I tuoi occhi
saranno una vana parola,
un grido taciuto, un silenzio.
Così li vedi ogni mattina
quando su te sola ti pieghi
nello specchio. O cara speranza,
quel giorno sapremo anche noi
che sei la vita e sei il nulla

Per tutti la morte ha uno sguardo.
Verrà la morte e avrà i tuoi occhi.
Sarà come smettere un vizio,
come vedere nello specchio
riemergere un viso morto,
come ascoltare un labbro chiuso.
Scenderemo nel gorgo muti.

- Cesare Pavese (via couldyoukissmynose)
Un mondo vecchio che sta insieme solo grazie a quelli che hanno ancora il coraggio di innamorarsi
- Lorenzo Cherubini (via the-fight-we-lose)
vorrei sconvolgere e bruciarmi l’anima
sperdere quest’orrore
che mi strappa gli urli
e me li soffoca in gola
bruciarlo annichilirlo in un attimo
e stringermi a te
senza ritegno più
ciecamente, febbrile,
schiantandoti, d’amore.
Poi morire, morire,
con te.
- Cesare Pavese, vorrei (via joliannagrey)

E desidero solo colori.
I colori non piangono, sono come un risveglio:
domani i colori torneranno.

Cesare Pavese